Lo dicono i dati dell’Irex Annual Report 2021. Nonostante la pandemia prodotti 10,9 gigawatt, pari a 9,1 miliardi di eur. In testa il fotovoltaico. Crescono le biomasse, soprattutto biometano e smart energy

Stando ai dati riportati nell’Irex Annual Report 2021, nel 2020 nonostante la pandemia il settore delle rinnovabili in Italia √® continuato a crescere con 10,9 gigawatt (+7% sul 2019), pari a 9,1 miliardi di euro.

Sono 254 le operazioni censite l’anno scorso dall’Irex, tra gli investimenti effettuati nel nostro Paese e quelli effettuati all’estero dalle nostre imprese. Rispetto al 2019, le operazioni sono per numero (+20%) e potenza (+7%), mentre sono diminuite in valore (-4,4%) per via del continuo calo dei costi delle tecnologie.

Fotovoltaico in testa, crescono le biomasse

Met√† delle acquisizioni hanno riguardato il fotovoltaico (50%). Nonostante la diminuzione rispetto al 2019, bene anche l’eolico (27% delle operazioni, primo in termini di potenza con 5,1 GW e un valore di 4 miliardi. In crescita le biomasse, soprattutto biometano, (dal 4% al 7%) e smart energy (dal 6% al 9%).

Rallenta il processo di internazionalizzazione, che rimane comunque significativo, con 4,7 GW e 4,6 miliardi di euro di investimenti. Le mete principali rimangono il Nord America e l’America Latina, con il 58% della potenza contro il 31% dell’Europa, invece in testa per numero di operazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazione